UN’ANTICA LEGGENDA

Il Birrificio Le Fate prende il nome da un’antica leggenda che narrava di maghi, guerrieri e fate. Secondo i racconti di Andrea da Barberino e Antoine de la Sale, le fate appartenevano alla corte della Maga Sibilla e con questa dimoravano stabilmente all’interno di una grotta scavata nella roccia della montagna. La Grotta, detta anche “Grotta Delle Fate” si trova nei pressi della vetta del Monte Sibilla (2150 mt s.l.m.).

I nomi delle nostre birre artigianali pertanto derivano dalle fate narrate nel libro “Il Guerrin Meschino” di Andrea da Barberino.
La Storia, risalente al 1400, narra di un cavaliere errante che fece visita alla grotta del Monte Sibilla per scoprire le proprie origini.

I MONTI SIBILLINI

I Monti Sibillini sono il quarto massiccio montuoso per altezza dell ‘Appennino continentale dopo Gran Sasso, Maiella e Velino-Sirente e si trova nell’Appennino umbro-marchigiano, lungo lo spartiacque primario dell’Appennino centrale, a cavallo tra Marche e Umbria, tra le province di Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Perugia, ospitando l’omonimo Parco Nazionale dei Monti Sibillini. (fonte Wikipedia)